SCRITTORI (elenchi # 2)

Pubblicato da
10 novembre 2014

di Giacomo Sartori

DSCN1039_rid

 

 

 

 

 

 

 

scrittori dimenticati

scrittori dimenticandi

scrittori da dimenticare

scrittori dimenticoni Continua a leggere »

cinéDIMANCHE #04 FRANK PERRY “Un uomo a nudo”

Pubblicato da
4
9 novembre 2014
tumblr_l7reeul1MI1qz8zcro1_500


 

Cinevisioni

di

Francesco Pecoraro

Dell’uomo nudo di Cheever/Perry/Pollack la cosa che ci crea continuo disagio fino alla fine del film e oltre (non ho letto il racconto da cui è tratto) è esattamente il suo essere nudo e bagnato tra gente estranea e implacabilmente vestita, se si eccettua una ragazzina...
Leggi il seguito »

Ballata a due voci

Pubblicato da
6
9 novembre 2014

Di Maria Concetta Petrollo (C) e Daniele Ventre (D)

 

A Carla Pinto

C. Nasconditi tacendo a mosca cieca
che dalle mie non ti potrai sbrogliare
parole che si fermano in trovare
deliziami scappando a mosca cieca

D.


Leggi il seguito »

Muro di Berlino, materiali per la comprensione di un crollo

Pubblicato da
4
8 novembre 2014
Muro di Berlino

);" target="_blank">speciale di Rassegna) sul dissenso nell’Europa Orientale. A metà degli anni settanta, dopo la repressione della Primavera di Praga e del ’68 polacco, prese forma sempre più...
Leggi il seguito »

VISIONI in TRALICE [VIII] «… dimenticanze, e lunghi oblii.»

Pubblicato da
8 novembre 2014
bth


di Orsola Puecher

Dimenticare è un processo lento e aleatorio, i contorni dei corpi sfumano l'uno nell'altro e resta come una sensazione di pulito, di bucato di cenere e lisciva.
Leggi il seguito »

Essendo il dentro un fuori infinito #3

Pubblicato da
8 novembre 2014
Essendo il dentro un fuori infinito #3

di Mariasole Ariot

In una casa hanno tutti la febbre. “Ici c’est les malades
qui soignent les malades”, mi disse una donna.
Vincent Van Gogh

Lei cura la febbre da venti giorni, è morta da sette, spreme le limacce coi canini, le cola sul mento una bava.…


Leggi il seguito »

“Previsioni e lapsus”: tre estratti e una nota di lettura

Pubblicato da
7
7 novembre 2014

 Luciano Mazziotta

tre estratti >

da maturità berlinese III. fine della città

*che dire? di cosa parlare se non di meteo, oroscopi e cose? a berlino, di ora in ora, cambia il tempo e la stagione, per questo il luogo dell’appuntamento non è dicibile, nonostante la lingua, fino a pochi minuti dall’incontro.…


Leggi il seguito »

La disperazione di Adamo. Su Malcolm Lowry

Pubblicato da
1
7 novembre 2014
sottoilvulcano

di Andrea Caterini

Quanto potrebbe cambiare la nostra percezione dell’opera di Malcolm Lowry se solo venisse finalmente tradotto il suo epistolario? Cosa potremmo scoprire di quel privato che Lowry maschera e reinventa in tutte le pagine dei suoi libri? …


Leggi il seguito »

Quanta iva dare agli ebook? E gli ebook sono davvero libri?

Pubblicato da
6 novembre 2014
logo1l1l

di Fabrizio Venerandi

La campagna/hashtag dell’AIE, #unlibroèunlibro ha come fine il sensibilizzare sulla differente tassazione che vige oggi tra libro di carta e ebook. Il libro paga il 4% di IVA, mentre l’ebook paga il 22%: il...
Leggi il seguito »

Antonio Moresco, 21 preghierine per una nuova vita

Pubblicato da
9
6 novembre 2014
21-preghierine-per-una-nuova-vita-ed-speciale-ebook-d435

di: Francesca Fiorletta

Esce per le edizioni Nottetempo, con una tiratura limitata e numerata di 230 copie, nella collana di poesia digitale poeti.com, questo libro di Antonio Moresco che è davvero un piccolo gioiello: 21 preghierine per una...
Leggi il seguito »

Il bonifico degli editori

Pubblicato da
5 novembre 2014
Il bonifico degli editori

Quando leditoria diventa una questione di pancia

di

Carlo Baghetti

Con unintervista a Christian Raimo 

 

Tra il 10 ottobre e il 14 ottobre sono apparsi on-line due articoli che parlano grosso modo dello stesso tema, anche se da prospettive molto diverse: la crisi dell’editoria.…


Leggi il seguito »

Sei lui e ti credi te*: la vita conclusa di Tommaso Boni Menato.

Pubblicato da
0
5 novembre 2014

di Carlo Carlucci

La notte della vita è infinitamente lunga e incredibilmente breve.
Jack Kerouac

Per l’anagrafe è stato Bonaventura Menato e la sua buona ventura ha voluto, fin dai primi vagiti, privarlo della madre, col padre inconsolabile che ogni tanto, giunta l’età del comprendonio, gli ripeteva: ‘Tua madre è morta a causa tua’.…


Leggi il seguito »

AmneZia: il libro e il progetto

Pubblicato da
2
4 novembre 2014
AmneZia: il libro e il progetto

 [Ho incontrato Oleksandr Mykhed, ventiseienne scrittore ucraino, la primavera scorsa a Berlino, dove presentava il progetto “Amnesia” basato sul suo libro e sulla collaborazione con alcuni artisti, tra cui il fotografo bielorusso Aleksei Shinkarenko. Propongo qui un testo di presentazione del progetto e dei passi del libro tradotti...
Leggi il seguito »

Biografia del silenzio (saggio sulla meditazione)

Pubblicato da
4 novembre 2014
Biografia del silenzio (saggio sulla meditazione)

di Pablo d’Ors

9 (Todo cambia)

Uno dei primi frutti della mia pratica di meditazione è stato intuire che nulla in questo mondo permane stabile. Sapevo già prima, ovviamente, che tutto cambia, ma meditando ho preso a sperimentarlo. Anche noi cambiamo, nonostante ci incaponiamo a vederci come...
Leggi il seguito »

Se me li sono persi: “Invisibile pittura”

Pubblicato da
5
3 novembre 2014

di Eugenio Lucrezi

CORRADO COSTA, Invisibile pittura, Magma, Roma, 1973

Potremmo dire, parafrasando l’autocommento alla Storia della sarta che apre l’ “Indice ragionato” de L’invisibile pittura, che se in questa seconda metà del secolo fosse esistita la scrittura, noi avremmo certamente incontrato i Grandissimi Scrittori, e Corrado Costa tra loro. Poiché sono esistiti soltanto «arte e artifici, gruppi e divisioni, dichiarazioni e silenzi, controdichiarazioni e contraddizioni, cocktail e cocktailizzazioni, quote e quotazioni, etc. etc.», quelli che abbiamo incontrato, quelli che sarebbero stati grandissimi scrittori, erano gente in fuga, che viveva di nascosto. Come Costa, che ha «sprecato il suo tempo migliore parlando a vanvera e a casaccio di storie che stavano di qua o di là, al di sopra o al di sotto» delle Storie con la S maiuscola. Continua a leggere »

Les infréquentables: Georges Bataille

Pubblicato da
0
3 novembre 2014
Les infréquentables: Georges Bataille

da L’equivoco della cultura

(due estratti dalla rivista « Comprendre » n° 16, Société Européenne de culture, Venise 1956)

di

Georges Bataille

 nuova traduzione di Francesco Forlani

Chiedo venia per aver posto dall’inizio la questione al di fuori dei...
Leggi il seguito »

Un rifiuto collettivo. (Appello delle ricercatrici e dei ricercatori coinvolte/i nella produzione di sapere sulle migrazioni)

Pubblicato da
2
2 novembre 2014
Un rifiuto collettivo. (Appello delle ricercatrici e dei ricercatori coinvolte/i nella produzione di sapere sulle migrazioni)

Petizione di Gruppo ricercatrici e ricercatori migrazioni

Giorno dopo giorno riceviamo i bollettini di quella strana forma di guerra che si sta svolgendo nel Mediterraneo: di quanti siano i migranti salvati, di quanti quelli morti a partire dall’inizio di...
Leggi il seguito »

cinéDIMANCHE #03 CLAUDE CHABROL “L’Inferno”

Pubblicato da
1
2 novembre 2014
R30-rtk red


 
di Ornella Tajani
 
Nel folto panorama delle ossessioni, fatali «racconti personali inconsci», come le definisce Walter Siti, una delle più facilmente comprensibili, quella che si potrebbe suggerire all’ossessivo neofita che dovesse ancora farsi le ossa, è probabilmente la gelosia.…


Leggi il seguito »

A spasso con gli Zombie

Pubblicato da
0
1 novembre 2014
A spasso con gli Zombie

di
Igiaba Scego

ZOMBITUDINE Elvira Frosini E Daniele Timpano foto Sefora Delli Rocioli

 

Passo lento. Claudicante. Volti assenti. La strada è quasi vuota. Il gruppo avanza, lentamente, inesorabilmente. Qualche passante si gira, osserva, cerca di capire, non capisce. Due turisti israeliani chiedono alla polizia: “Ma stanno male...
Leggi il seguito »

“Tutti assolti? Allora Stefano è vivo!”

Pubblicato da
1 novembre 2014
stor_17194692_41500

Il 31 ottobre 2014 la Corte d’Appello di Roma ha assolto per insufficienza di prove tutti gli imputati – medici, infermieri e agenti di polizia – del processo per la morte di Stefano Cucchi, avvenuta il 22 ottobre del 2009 nel reparto protetto dell’Ospedale Sandro Pertini, sei giorni dopo il suo arresto.…


Leggi il seguito »

Class enemy : Kant torna in cattedra

Pubblicato da
1
1 novembre 2014
Class enemy : Kant torna in cattedra

di Mattia Maistri

L’opera prima di Rok Bicek ha una trama piuttosto semplice: un professore di tedesco, Robert Zupan, sostituisce una collega in congedo di maternità in un liceo sloveno.
Da quel momento in poi, tutto il film ruota attorno al difficile rapporto tra l’uomo e la classe, esasperato dal tragico suicidio di...
Leggi il seguito »

Non perdiamo la testa. Il doveroso e vano tentativo di difendervi da Allam e le firme de Il Giornale

Pubblicato da
1 novembre 2014
IT-24Z

di Lorenzo Declich

E’ venerdì 24 ottobre, ho fatto una ricerchina su “Non perdiamo la testa” partendo dalla copertina, su cui si trova scritto “Controcorrente.it”.

Trattasi di un editore che promuove in questi giorni “Eurasia, Vladimir Putin e la Grande Politica” di Alain de Benoist e Aleksandr Dugin.…


Leggi il seguito »

Sinistra_hegeliana #1 Piccolissimo

Pubblicato da
31 ottobre 2014
Sinistra_hegeliana #1     Piccolissimo

di Jamila Mascat

Adorno rinfacciava a Hegel di non nutrire nessuna “simpatia per l’utopia del particolare (für die Utopie des Besonderen), sotterrato sotto l’universalità”. Eppure le tante e variabili declinazioni del rapporto tra la parte e il tutto – la scissione, la contraddizione, la mediazione, la conciliazione, per ricordarne...
Leggi il seguito »

Assioma 10: la gita a Seul: sui compiti attuali della critica letteraria

Pubblicato da
31 ottobre 2014

[L’assioma 7 già postato qui; da Letteratura e controvalori. Critica e scritture nell’era del web, Roma, Donzelli, 2014.]

di Alberto Casadei

1. Con lo scopo di individuare valori estetici non scontati, la critica artistica, e in particolare letteraria, nasce tra Sette e Ottocento. Almeno fino agli anni settanta del XX secolo, l’intreccio di opera e poetica è sembrato indispensabile, così come il dialogo o lo scontro autore-critico. Persino la distinzione fra il versante accademico-storico-filologico e quello militante-attualizzante è stata in molti casi superata, prima in virtù di una contiguità in circoli letterari di grande autorevolezza (per esempio le Giubbe Rosse a Firenze), poi di una connessione sul terreno della teoria letteraria (per esempio durante la stagione strutturalista e semiotica). Continua a leggere »

Numanzia non può morire!

Pubblicato da
5
31 ottobre 2014
Numanzia non può morire!

di Nicola Fanizza

 

La decisione del governo turco di chiudere la frontiera con la Siria mi ha fatto andare con la mente alla rivolta che nel 1863/64 investì il «Regno del Congresso» – così era chiamata quella parte della Polonia che nel 1815 si era deciso di assegnare ad...
Leggi il seguito »

Sul decentramento. Qualche ipotesi di applicazione dentro e fuori la traduzione

Pubblicato da
30 ottobre 2014

di Ornella Tajani

 

Tradurre è come andare in analisi, solo che costa di meno, scrive Henri Meschonnic. Probabilmente ha ragione, ma in realtà già leggere le sue opere di linguista e critico della traduzione, provando a spostarsi dalla traccia teorica all’esempio pratico, presenta difficoltà simili a quelle di un percorso terapico, nel momento in cui...
Leggi il seguito »

Su “Parole di Elisa” di Marco Mazzi

Pubblicato da
2
29 ottobre 2014

Di Alessandro De Francesco

Parole di Elisa è un libro importante, che dev’essere segnalato, letto e meditato. Parole di Elisa è frutto di ore di dialogo registrato tra l’autore, che si definisce in realtà “curatore” per sottolineare l’a-soggettività...
Leggi il seguito »